Intro è al Fuorisalone

Vediamoci a Milano

Intro è al Fuorisalone

Vediamoci a Milano

All’Università degli Studi di Milano, nel cortile d’onore, una installazione per vivere una dimensione più naturale con ritmi biologici più armonici.

L'OASI

Università degliStudi di Milano

Via Festa del Perdono, 7

17-26 giugno 2023ore 10:00 - 24:00

L'OASI

Università degliStudi di Milano

Via Festa del Perdono, 7

17-26 giugno 2023ore 10:00 - 24:00

INTERNI DESIGN RE-EVOLUTION

Il concept della grande mostra-evento curata da Interni in occasione del FuoriSalone 2023, è una riflessione corale e multi-disciplinare sul ruolo del Pensiero Evolutivo come strumento per progettare territori conosciuti e sconosciuti, fisici e digitali, contemporanei e futuribili.

La Design Re-Evolution è…

…una rivoluzioneperché punta alla riqualificazione del territorio, degli oggetti che lo abitano, dei materiali con i quali sono realizzati e delle energie impiegate per crearli;

…evoluzioneperché si sviluppa attraverso la sinergia tra differenti saperi, stimolando contaminazioni virtuose tra persone, imprese, istituzioni e, ovviamente, i cittadini;

…un processoun modo di ideare, produrre e condividere idee per arrivare a una nuova configurazione degli spazi della nostra vita.

INTERNI DESIGN RE-EVOLUTION ha chiamato designer, architetti e imprese a contribuire alla costruzione di nuovi paesaggi per promuovere:

• una nuova, positiva interazione tra essere umano e ambiente;• l’azione del fare in un profondo rapporto dialettico con la natura;il raggiungimento della felicità, un fattore fondamentale, strettamente legato al contesto umano e sociale con cui si confronta quotidianamente.

Intro ha risposto a questa chiamata e con Massimo Iosa Ghini, Felis e Fmg Shapes ha creato “L'OASI” una microarchitettura avvolgente e protettiva, aperta al dialogo con l’esterno, manifesto di semplici risposte alle necessità della vita contemporanea.

Il padiglione aperto (9,8 x 6,6 x h 5 m), collocato nel cortile d’onore, rappresenta un invito a sedersi e fermarsi in un luogo dove il tempo sembra scorrere più lento.L’allestimento curato da Intro è definito da un percorso sinuoso formato da listelli di legno (Sistem Costruzioni) in continuo dialogo con l’esterno. Alla realizzazione hanno collaborato anche FMG Shapes e Iguzzini illuminazione per l’illuminazione.Il verde è stato curato dalla paesaggista Silvia Ghirelli per Landscape Festival 2023.

“L’ OASI rappresenta una protezione dal contesto”, spiega il progettista, Massimo Iosa Ghini, “ma mantiene la permeabilità e la capacità di relazione tra interno ed esterno. L’impiego studiato e bilanciato dei legni esprime il rapporto tra artificio e natura; la biofilia ci aiuta a progettare interni in cui prevalga il bene-stare, lo stare in un luogo dove potersi rigenerare dalle fatiche fisiche e mentali, simboleggiato, e poi plasticamente rappresentato, dal divano float di Felis”.

L’OASI è una creazione di